12/07/2024
“Animae”: a Palermo, presso “Villa Zito”:                  una collettiva di quindici artisti siciliani
Arte News Prima Pagina sito

“Animae”: a Palermo, presso “Villa Zito”: una collettiva di quindici artisti siciliani

Lug 9, 2024

La mostra collettiva “ANIMAE”, che si terrà a Villa Zito dal 12 luglio al 15 settembre 2024, rappresenta un’importante vetrina per quindici artisti siciliani tra i più significativi del panorama regionale. Gli artisti partecipanti sono: Francesco Bellina, Marco Cassarà, Tommaso Chiappa, Gabriella Ciancimino, Andrea Cusumano, Francesco Ferla, Sergio Fiorentino, Genuardi Ruta, Simone Geraci, Domenico Pellegrino, Franco Politano, Nicola Pucci, Giacomo Rizzo, Sandro Scalia, e Ignazio Schifano.

La mostra “ANIMAE” è nata da un’idea editoriale del gruppo “Novantacento” ed è stata organizzata e sostenuta dalla “Fondazione Sicilia”. Sin dalla sua nascita, la “Fondazione Sicilia” ha promosso la divulgazione dell’arte e la valorizzazione del lavoro degli artisti siciliani con filantropia e mecenatismo.

Obiettivi della mostra

L’obiettivo principale di “ANIMAE” è quello di dare volto e voce ad alcuni tra gli artisti siciliani più promettenti, scelti tra quelli che, attraverso la sperimentazione di tecniche e linguaggi contemporanei, apportano un contributo culturale significativo alla Sicilia. La mostra intende celebrare l’evoluzione artistica di questi artisti, testimoni coraggiosi di un’evoluzione artistica che, come dimostra gran parte del loro lavoro, valica anche le coste dell’Isola.

Contenuti

La mostra, accompagnata da un testo critico di Paola Nicita, include una varietà di opere tra cui fotografia, installazioni, pittura e scultura. Opere rappresentative del concept di ogni artista ed espressione del loro essere siciliano, raccolte in un unico volume dal titolo Animae, nato da un’idea editoriale del mensile “I Love Sicilia” e che giovedì 11 luglio fungerà da catalogo alla serata di inaugurazione dell’omonima mostra organizzata e interamente sostenuta dalla “Fondazione Sicilia”.