12/07/2024
Giuseppina Torregrossa a piazzetta Bagnasco presenta “Stivali di Velluto” nell’ambito della rassegna “I Love Libri”.
Consigli per la Lettura News Prima Pagina sito

Giuseppina Torregrossa a piazzetta Bagnasco presenta “Stivali di Velluto” nell’ambito della rassegna “I Love Libri”.

Lug 3, 2024

Con Giuseppina Torregrossa, piazzetta Bagnasco, si tinge di giallo. “Stivali di Velluto”, il suo ultimo romanzo che verrà presentato giovedì 4 Luglio, nell’ambito della rassegna “I Love Libri”, ospitata dall’associazione Piazzetta Bagnasco

Sarà il giallo il colore che tingerà piazzetta Bagnasco alle 18 di giovedì 4 Luglio grazie a un’ospite d’eccezione come Giuseppina Torregrossa, pronta a regalare un pomeriggio di vera suspense attraverso un vero cold case, una storia dalle forti passioni, dove il passato dà forma al presente e l’amore può guarire da tutte le ferite.

Stivali di velluto”, il suo ultimo romanzo che verrà presentato, terzo appuntamento di I Love Libri, il ciclo di incontri di “I Love Sicilia” con autrici della letteratura italiana contemporanea, insieme alle quali le loro ultime fatiche letterarie diventeranno l’occasione per raccontare spaccati di vite dai colori spesso tanto accesi. A dialogare con l’autrice sarà Camillo Scaduto.

L’evento fa parte del cartellone della stagione 2024 proposta dall’associazione “Piazzetta Bagnasco” che sta animando uno dei luoghi di socialità della città proponendo occasioni si incontro tra i tanti attori del territorio, in sinergia con il mondo dell’imprenditoria, accademico, dell’arte e del terzo settore. Un programma realizzato in collaborazione con la libreria Modus Vivendi e I Love Sicilia e con Cappadonia Gelati e Liberto Motisi fiori come sponsor.

IL LIBRO

Palermo, 1977. Il direttore di una sede periferica delle Poste viene trovato morto, in una pozza di sangue, nel suo ufficio. Dell’arma del delitto non c’è traccia, ma dalla cassaforte mancano dieci milioni di lire, così le indagini vengono archiviate: una rapina finita in omicidio, un faldone tra i tanti stipati negli scaffali della Mobile. Fino a quando quel caso, per uno strano scherzo del destino, finisce sulla scrivania di Giulia Vella, una giovane ispettrice e profiler che deve individuare il colpevole, a quasi cinquant’anni di distanza. Arriva da Milano e porta con sé segreti che non ha mai affrontato e con cui sarà costretta a fare i conti, in una Palermo quasi irrea- le, in cui il passato dà forma al presente. Saranno proprio le indagini a far incontrare a Giulia la parte più profonda di sé, mettendola di fronte a un’umanità calda e refrattaria a ogni etichetta. Così, poco per volta, l’ispettrice conosce la Sicilia, con il suo fascino e le sue contraddizioni, e i siciliani, tanto diversi da lei quanto capaci – come la collega Cuor contento – di leggerle dentro, facendola sentire accolta anche lontano da casa. Palermo vibra tra le pagine di questa storia, e da scenario si fa protagonista, svelandosi come una città languida e irresistibile, con lo sguardo rivolto al futuro ma le radici ben piantate nel terreno di antiche tradizioni. Un luogo dove solo l’amore può guarire tutte le ferite e dirci chi siamo davvero.

L’AUTRICE

Giuseppina Torregrossa vive tra Roma e Palermo, ha tre figli e un cane. Il suo primo romanzo è L’assaggiatrice (2007), cui sono seguiti Il conto delle minne (2009), Manna e miele, ferro e fuoco (2011), Panza e prisenza (2013) e La miscela segreta di casa Olivares (2014). Per Rizzoli ha pubblicato Il figlio maschio (2015), disponibile in BUR.